La Quercia Vallonea di Tricase, l’albero più antico del Salento

 

Sulla strada che da Tricase conduce a Tricase Porto, nel tipico paesaggio campestre tricasino incontriamo la Quercia Vallonea, denominata la quercia dei “Cento Cavalieri”, perché in passato trovarono riparo cento cavalieri in partenza per una crociata.

Risultati immagini per quercia vallonea tricase

 

E’ un vero monumento della natura, ha più di 700 anni di vita ed è continua meta di turisti e curiosi.

In occasione dell’iniziativa nazionale del WWF, svoltasi nell’ottobre del 2000 con l’intenzione di difendere l’immenso e prezioso patrimonio naturale costituito da alberi secolari, la Quercia Vallonea di Tricase è l’albero più antico del Salento, ed è stata considerata l’albero – simbolo della Puglia.

Il valore della Vallonea, oggi esclusivamente ornamentale, è stato per i tricasini del passato un motivo di sostentamento, infatti questa varietà di Quercia produce una ghianda molto grossa, dalla quale si estraeva il tannino, utilizzato dagli artigiani, detti pelacani, per conciare delle pelli morbidissime.

La pluricentenaria Quercia Vallonea di Tricase rappresenta inoltre uno dei pochissimi esemplari originarie delle regioni balcaniche ancora presenti nella penisola italiana ed è stata importata nel Salento centinaia di anni fa in tantissimi esemplari.

Al giorno d’oggi, però, solo in poche sono sopravvissute: oltre a quella di Tricase, un altro esemplare si trova a Corigliano d’Otranto.

Il suo tronco alla base ha un diametro di circa 1,5 metri e la chioma copre un’area di circa 500 mq.

Altri esemplari isolati di Vallonea sono visibili attraverso i campi coltivati, mentre un boschetto di una sessantina di piante si può ammirare lungo la strada della Madonna del Soccorso.

Risultati immagini per quercia vallonea tricase