Franco Battiato alla Notte della Taranta 2004 canta “Damme nu Ricciu”

 

“Damme nu Ricciu” è una bellissima canzone della tradizione popolare salentina cantato dai Ghetonia, gruppo di Musica del Salento, e tra gli altri anche da Franco Battiato durante la Notte della Taranta

“Damme nu ricciu” è ormai entrato nella cultura popolare e trasmette un’emozione particolare quando è cantato anche da Franco Battiato alla Notte della Taranta 2004, ancor di più in questa versione che propone varie immagini del Salento.

“Damme nu ricciu” e “Quandu le llai la facce” sono state le esibizioni di Franco Battiato alla Notte della Taranta 2004.

Video di Franco Battiato alla Notte della Taranta 2004

 

Testo “Damme nu Ricciu” cantata da Franco Battiato alla Notte della Taranta 2004

Damme la manu de sutta lu cippune
E tie te calandra e ieu te calandrune

Damme la manu e stringimela forte,
de rasu alla morte e nu me âbbandunare

Damme nu ricciu, e de li toi capelli,
son ricci e son belli mi fanno innamorare

Vene lu ientu e li fa cumparire,
a cannuli d’oro e cannuli d’argentu
ca pe amare a tie, a ttie quante nde sentu.

Traduzione della canzone “Damme nu Ricciu” in Italiano

Dammi la mano da sotto la vite
tu da calandra ed io da calandrune

Dammi la mano e stringila forte
fino alla morte e non mi abbandonare

Dammi un riccio dei tuoi capelli,
son ricci e son belli, mi fanno innamorare

Viene il vento e li fa sembrare
pesciolini d’oro e pesciolini d’argento
che per amare te, quante ne sento.