Vacanze a primavera nel Salento: ecco cosa fare

Con l’arrivo della primavera, torna la voglia di uscire, di viaggiare e di scoprire attraverso una vacanza, la Terra d’Otranto.

Se volete regalarvi una vacanza di primavera indimenticabile, potete partire per il Salento.

Cosa visitare durante la primavera nel Salento

Tra il Mar Ionio ed il Mar Adriatico, il Salento, occupa la parte meridionale della Puglia e si presenta come una terra dai mille contrasti, affascinante e misteriosa.

Il litorale salentino da Torre Rinalda fino all’estrema Santa Maria di Leuca e poi, ancora, fino a Torre Lapillo, sulla costa ionica ha poco da invidiare ai Caraibi.

La costa del Salento, lambita da un mare limpido e cristallino, è generalmente sabbiosa ed ampia.

Non mancano però scenografiche scogliere.

Particolarità dei litorali orientali sono le grotte più belle del Salento, come per esempio più significativo è rappresentato dalla Grotta Zinzulusa, nei pressi di Castro marina.

Tra i principali centri turistico balneari salentini, si ricordano Porto Cesareo, Gallipoli, San Foca, Ugento e Santa Maria di Leuca.

Ma il Salento non è semplicemente sole e mare.

Una vacanza in questa regione, è la splendida occasione per scoprire l’arte e l’architettura barocca.

In particolare la città di Lecce (spesso definita la “Firenze del Sud”) è uno scrigno che racchiude tesori d’inestimabile valore.

Tra questi, non si può non ricordare l’incantevole Basilica di Santa Croce, considerata capolavoro supremo del barocco salentino.

Non mancano, inoltre, aree di grande interesse archeologico:

  • i monumenti megalitici della Grecia Salentina
  • la necropoli messapica di Manduria
  • il “Museo diffuso di Cavallino”
  • l’area archeologica di Casale di Apigliano)
  • musei d’importanza nazionale come il “Museo nazionale archeologico di Taranto”

Il Salento vi incanterà anche per la sua indescrivibile bellezza naturale: non stiamo parlando semplicemente della verdissima macchia mediterranea, ma anche delle infinite distese di ulivi, i vitigni, i mandorli in fiore e gli splendidi papaveri che infiammano i muretti a secco.

A spasso per le campagne dell’entroterra scoprirete antichi tesori: i Dolmen e i Menhir.

Tante le riserve naturali salentine.

Tra le più importanti vi è sicuramente l’ Oasi protetta dei Laghi Alimini (non lontano da Otranto), famosa per l’incontaminata “Baia dei Turchi”.

A prescindere dal motivo per cui arriverete in Salento, potrete essere certi di una cosa: quest’angolo di Puglia – che assomiglia più ad un angolo di paradiso, vi resterà nel cuore, Per sempre.

 

Video del mare a Primavera nel Salento