il centro storico di Otranto, cosa vedere

Scopriamo Otranto con il suo mare cristallino e spiagge dalla bianca sabbia hanno fatto guadagnare al Salento uno delle mete più gettonate dai turisti.

Se per le prossime vacanze non avete deciso ancora quale sarà la vostra meta quest’angolo di Puglia offre tutto quello che un turista può desiderare:

ecco cosa vedere a Otranto, un luogo mare dal sapore esotico, stupendi luoghi d’arte e deliziosa gastronomia.

Il vero gioiello del Salento che meglio può offrire queste qualità al viaggiatore sono i monumenti della città di Otranto.

il centro storico di Otranto: i luoghi più belli da visitare

 

 

 

 

 

 

Otranto: una piccola meraviglia d’Italia

Il comune di Otranto conta appena 5.600 abitanti che in alta stagione turistica si moltiplicano esponenzialmente per la grande forza attrattiva che il borgo esercita.

La sua posizione geografica (la più ad est d’Italia) strategica per il commercio marittimo, nel passato, è stata bersaglio di continue invasioni.

Motivo per cui la prima cosa che noterete è il centro storico fortificato da grandi mura con un unico accesso attraverso la Porta Alfonsina.

Per raggiungere Otranto il riferimento è Brindisi con il suo aeroporto dove potete effettuare il noleggio auto nel Salento.

Otranto, la culla di molte culture

Essendo stata oggetto del desiderio per molti popoli del passato nella città si sono alternati numerosi conquistatori: Greci, Longobardi, Bizantini, Angioini, Aragonesi, Turchi e in tempi più recenti Otranto finì sotto il controllo del Regno di Venezia prima e dei Francesi dopo.

Come è facile immaginare dunque questa località è ricca di testimonianze culturali e artistiche di molteplici civiltà.

Il castello Aragonese di Otranto

La più imponente di queste testimonianze è il Castello Aragonese, antica fortezza militare voluta da Fernando I d’Aragona.

La sua struttura con forma pentagonale è circondata da un fossato, che garantiva ulteriore protezione e presenta 3 torri cilindriche posizionate agli angoli.

Oggi è uno splendido teatro che ospita mostre ed eventi culturali.

Il centro storico di Otranto, cosa visitare e vedere

Dalla piazza adiacente al castello, attraverso un labirinto di viuzze, si viene trasportati nel borgo antico, luogo magico che regala un viaggio nel lontano passato.

Addentrandosi nel cuore del centro storico troverete la Basilica di San Pietro, mentre salendo nella zona più alta ammirerete la Cattedrale e il Seminario.

In questo viaggio nella parte più antica della città incontrerete tantissimi negozietti dove fare shopping, locali tipici per acquistare un souvenir e ristorantini dove gustare le specialità locali con grande piacere per i sensi soprattutto in quelli che dai bastioni si affacciano sul porto.

Simbolo della resistenza

Nelle vicinanze del castello, risalente all’XI secolo, si erge la Cattedrale di Santa Maria Annunziata.

La chiesa conserva la testimonianza della resistenza dei fedeli che non vollero rinnegare la propria religione finendo massacrati (800 martiri otrantini) nel 1480 dal popolo turco.

All’interno della cattedrale si possono ammirare la suggestiva Cappella dei Martiri e il capolavoro sotto i vostri piedi il mosaico dell’Albero della Vita.

La chiesetta di San Pietro

Altro simbolo religioso di Otranto è la Chiesa di San Pietro che la leggenda vuole che il suo nome derivi dal passaggio presso di essa dello stesso San Pietro.

É la chiesa più antica di Otranto, risalente al V secolo, dalla struttura in stile bizantino e famosa per i suoi numerosi affreschi.