Palude del Conte e Duna Costiera, una Riserva Naturale da visitare fra Porto Cesareo e Punta Prosciutto

Alla scoperta della Riserva Naturale “Palude del Conte e Duna Costiera” a Porto Cesareo

La Riserva Naturale regionale “Palude del Conte e Duna Costiera” si estende lungo la fascia a nord di Porto Cesareo e comprende anche gli isolotti e la penisola della Strea a sud.

Nel Parco Naturale troviamo anche la baia di Torre Colimena con la sua salina dei Monaci, che si estende nel territorio di Manduria premiato con le 3 Vele di Legambiente.

L’area protetta di Porto Cesareo, comprende una molteplicità di ambienti:

  • sistema dunale
  • zona umida
  • bosco e macchie d’Arneo
  • le doline che qui prendono il nome dialettale di “spunnulate”
  • la Strea
  • isolotti dell’arcipelago di Porto Cesareo
  • la Palude del Capitano, si trova più a sud in zona Porto Selvaggio – sant’Isidoro

 

le dune di Porto Cesareo

Il sistema dunale nell’area di Punta Prosciutto è uno dei più importanti della Puglia per lunghezza ed elevazione ed è caratterizzato da una vegetazione con sclerofille e ginepri.

La Palude del Conte si estende per circa 1000 ettari ed è una delle zone umide più vaste del Salento, contraddistinta da risorgive e acque dolci.

Questa zona ospita una ricca avifauna migratoria e stanziale; sono particolarmente diffusi:

  • porciglione
  • gallinella d’acqua
  • tuffetto
  • garzetta
  • airone cinerino
  • migliarino di palude
  • pendolino
  • cannaiola
  • usignolo
  • martin pescatore

Tra gli anfibi si segnala il raro tritone italiano e tra i rettili la natrice, il colubro leopardiano e la testuggine d’acqua.

La penisola della Strea e le isole (isola Grande o dei Conigli, Scogli Mojuso, di terra e della Malva) presentano un ambiente salmastro e sono il risultato di fenomeni carsici che hanno interessato la costa.

Durante una vacanza nel Salento, è consigliato fare una passeggiata sulla spiaggetta della Palude del Conte, nella Riserva Naturale Orientata Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera”, che comprende anche la Salina di Torre Colimena, scoprirete una costa di rara bellezza.

La spiaggia è soffice e bianca e lascia spazio ad una mare cristallino, ed in particolari giornate di tramontana, assume un colore turchese meraviglioso.

Si possono ammirare i gabbiani che pescano, o giocare con piccoli granchietti e trovare le cozze “patedde” sugli scogli che dividono le due spiaggette.

Molto indicato è lo snorkeling dove vi godrete la compagnia di piccolissimi pesci colorati, le castagnole.

La spiaggetta della Palude del Conte è raggiungibile solo a piedi o in bibicletta, percorrendo alcuni km, perchè questa spiaggia racchiusa in una conca, molto selvaggia e isolata.

É un’area marina protetta e custodita fra suggestive dune, ed un canneto palustre (appunto la Palude del Conte).

Se arrivate a Lecce in treno o in bus e non avete un veicolo con muovervi per raggiungere Porto Cesareo, sicuramente l’opzione auto noleggio potrebbe fare al vostro caso. In questo modo potrete raggiungere le tante località che meritano di essere visitate.