“Lu scarparu” cantata da Bruno Petrachi

Ecco la canzone “Lu scarparu” di Bruno Petrachi.

In questa pagina web su Salento.it vi mostriamo il video di una versione del padre Bruno, e del figlio Enzo Petrachi.

 

“Lu Scarparu” Testo

luna d’argentu quante cose viti

quannu la notte sula sula stai

te centu nnammurati senti li criti

te li cori ngannati lamenti e guai

E mmo pe lu scarparu

ca cullu bastoncinu

lu lassa senza scrupoli

lu poveru pallinu

l’auceddhru te intra la gabbia facisti ulare

l’auceddhru ca te ulia tantu bene

ci la viti beddhra mia te suspirare

l’auceddhru mo nunci vene mo nunci vene

ci lu viti comu chianteddhra

sta ssittatu alla srggitedhra

prima punta e poi la mpizza

e lu spacu tuttu rizza

si stata nna tiranna senza core

ma quantu bene lu tore te ulia

ci la viti beddhra mia cu tuttu lu core

sunannu l’organettu sene scia

Li ricali ca mai fattu me te li ticu tutti

nna suja spizzulata nu sandalu spezzatu

ne la mise ne la mise ne la mise

la sola e lu taccu ne la mise ne la mise ne la mise

la sola e lu taccu.

Video della canzone “Lu Scarparu”