Una meravigliosa vacanza sul mare di Santa Maria di Leuca

 

Santa Maria di Leuca, estremo lembo del promontorio Japigio, estrema punta d’Italia, era un tempo l’antico Finis Terrae dei romani e dove i bianchi e nudi scogli dividono ma allo stesso tempo mescolano lo Jonio e l’Adriatico in acque dalle mille gradazioni di blu e se il mare è tutto da scoprire, non da meno sono le testimonianze storiche, artistiche e naturali che hanno contribuito a fare di Santa Maria di Leuca un paesaggio incantevole.

Anticamente la città di Santa Maria di Leuca sorgeva su un promontorio Japigio, lì dove nacque il tempio dedicato alla dea Minerva e dove ora si erge anche la Basilica di Finibus Terrae.

La storia di Leuca è segnata anche dalle stupende grotte marine che costellano l’intera costa dove gli scavi archeologici hanno rinvenuto reperti risalenti al periodo neolitico e anche iscrizioni greche e latine.

La grotta è veramente suggestiva grazie al susseguirsi di scogliere rocciose a picco sul mare e cavità marine dalle forme e colori stupendi cui si si alternano baie di sabbia bianchissima e acqua cristallina che regala a chi vi si immerge sensazioni uniche e ricordi indimenticabili.

Luoghi e monumenti da visitare a Santa Maria di Leuca

Basilica “Santa Maria De Finibus Terrae”

La Basilica “Santa Maria De Finibus Terrae” fu costruita ne luogo in cui sorgeva un tempio pagano dedicato alla Dea Minerva.

L’interno del Santuario è ad un’unica navata e sull’altare maggiore si può ammirare il dipinto Madonna con Bambino (Madonna De Finibus Terrae) di Giacomo Palma Junior.

Arricchiscono l’interno della Chiesa sei altari, ai lati della navata, un organo da poco restaurato e datato 1885 e numerosi dipinti tra cui spiccano quelli del pittore Francesco Saverio Mercaldi (il San Francesco da Paola datato 1898 e il Trittico della Confessione ).

Dal 7 ottobre 1990 il Santuario è stato eletto a Basilica minore.

Nel 2000 sono stati eseguiti importanti lavori di restauro e i vecchi portoni d’ingresso sono stati sostituiti con portoni in bronzo.

Nel piazzale antistante la Basilica, rivolta verso la marina del paese, sorge la croce monumentale, eretta il 29 ottobre 1901 in occasione dell’Anno Santo; presenta quattro iscrizioni sui lati della costruzione.

Sul viale che conduce alla Basilica, tra gli alberi della pineta, si trova la croce Pietrina costruita a testimonianza del passaggio di San Pietro da qui.

Risultati immagini per basilica santa maria de finibus terrae leuca

 

Chiesa di Cristo Re

Nel centro della marina di Leuca si trova la Chiesa del Cristo Re.

I lavori di costruzione ebbero inizio nel 1896 su progetto dell’Ing. Pasquale Ruggeri.

L’apertura ai fedeli e al pubblico avvenne, però, solo 40 anni dopo, nel 1935.

Realizzata in carparo è in stile romanico e gotico; l’interno si divide in tre navate.

Molto bello il pavimento in mosaico, completato nel 1934, ed il rosone della facciata principale.

I grandi finestroni delle navate laterali recano i nomi e gli stemmi delle famiglie nobili che parteciparono alla costruzione della Chiesa.

 

Il Faro o Semaforo

A ridosso del vecchio porticciolo di Leuca vi è la colonna romana che fa bella mostra di sè e che è situata nello stesso spiazzo da cui si accede a punta Meliso.

Da questo luogo si diparte una doppia scalinata monumentale di 184 gradini, che termina sul piazzale del Santuario.

Qui, sul promontorio del Méliso, l’antico Promontorium Japigium, a 250 metri a nord del Capo di Leuca, si erge bianco e maestoso il faro di atterraggio di prima classe.

E’ alto 48,60 m. dalla base e 102 m. dal livello del mare.

Per una scala a chiocciola di 254 gradini si può giungere alla gabbia dell’apparato di proiezione, circondata da un terrazzo circolare, con ballatoio interno ed esterno in bronzo da cui si ha una vista superba sul capo e sui 2 mari.

Una citazione merita pure il “Semaforo” posto su una collina in località Scaledde.

Si tratta di un’importante struttura di segnalazione che ospita anche una nota stazione meteorologica gestita dall’aeronautica militare.

Risultati immagini per faro leuca

 

La Torre

Si tratta della Torre Vecchia dell’Omomorto, costruita come difesa nei confronti delle numerose incursioni dei turchi e dei pirati.

Ora proprietà privata si trova a 11 mt. sul livello del mare.

Costruzione cinquecentesca, armamento consistente in un pezzo di artiglieria della portata di 2 libbre di palla.

Fu ricostruita alla metà del seicento.

Risultati immagini per torre dell'omomorto leuca

 

Le Ville

Il fascino di Leuca è rappresentato anche dalle caratteristiche ville signorili.

La prima, la più antica, risale alla fine del 1700, villa Romasi, ma quasi tutte sono state edificate nella seconda metà dell’800, molto belle e ricche di storia.

Nel 1868 vi erano ancora solo 10 volle, , l’anno successivo erano già 15.

Alla fine del secolo ne contiamo già 50.

Le prime 16 ville erano tutte in stile toscano, con intarsi a merletto, ma che non presentavano particolari decorazioni, anche perché gli architetti di queste prime ville erano soprattutto dei maestri che lavoravano un modulo, come mastro Vincenzo Torsello, mastro Eliseo Stasi, mastro Michele Rizzo.

E’ dal 1874 (da quando furono progettate da ingegneri) che le ville cambiano volto.

Sono oltre 10 gli stili che le caratterizzano: lo stile ionico, quello gotico, francese, toscano, pompeiano, risorgimentale, moresco, arabo, secentista, cinese.

I principali architetti dell’epoca erano:

  • G. Ruggeri,
  • Carlo L. Arditi,
  • Achille Rossi.

Una Villa di rispetto doveva avere la chiesetta di famiglia, il pozzo, un ampio giardino con pini centenari e palme, armonizzata con il verde della macchia mediterranea.

Le Ville presentano diversi stili architettonici:

si può ammirare il liberty della villa Meridiana, chiamata così per la caratteristica meridiana posta sulla facciata;

l’arabesco della villa Daniele;

il pompeiano e jonico delle ville Fuortes;

il fiabesco della villa Mellacqua;

il liberty della villa Francesco-Licci;

il cinese della villa Episcopo e altri stili,

come quelli di villa Pia, villa Sauli, villa Stefanachi ed altre.

Risultati immagini per ville leuca

Risultati immagini per ville leuca

Risultati immagini per ville leuca

Risultati immagini per ville leuca

Il Porto

Il Porto turistico è uno dei più attrezzati della Puglia con una capienza di oltre mille imbarcazioni all’attracco, è una delle attrattive più ambite dai turisti.

Il molo sud/sud-est, è dedicato all’attracco dei pescherecci;

la parte nord/nord-estovest èper le imbarcazioni da diporto.

La vasta banchina posta a ridosso del Lungomare offre ogni tipo di servizio, con attrezzature e assistenza alle imbarcazioni.

Risultati immagini per porto leuca

 

Il Lungomare

Dopo la lunga scalinata, il turista può scegliere due itinerari: continuare per le strade del paese e, ad un certo punto, si ritroverà in un Lungomare largo circa 20 metri che costeggia il mare per circa 2 km dal Porto alla Punta Ristola.

Oppure il turista può chiedere subito la disponibilità di una barca da diporto, per una visita alle stupende Grotte del litorale.

 

Risultati immagini per lungomare leuca

Le Grotte di Leuca

Le Grotte di Leuca sono numerose, sia ad est, sia ad ovest, ma durante le vacanze in Puglia, non si dovrà mancare di visitare

  • la vicinissima Grotta Cazzafri,
  • la grandiosa Grotta delle Tre Porte
  • la Grotta del Drago
  • Grotta dei Giganti, verso ovest;
  • lungo la costa di levante, alta e imponente sull’azzurro vellutato del mare Adriatico,
  • invece troviamo la Grotta delle Vore
  • Grotta della Mannute
  • Grotta del Verradico, per citarne solo alcune.

Notevole dal punto di vista Paleontologico e archeologico è la Grotta del Diavolo, così nominata perché in essa si sentiva il cupo eco del mare che la agitava e che la credenza popolare attribuiva al demonio.

In essa si può acceder sia via mare che via terra.

Grotta tre porte

 

Una grotta da visitare a piedi, poco prima della Punta Ristola è la Porcinara, in cui si trovano diverse iscrizioni greche e latine e numerose croci del periodo Paleocristiano.

 

Immagine correlata

Luoghi per la balneazione

Sotto il profilo naturalistico, il pregio di Leuca sono le se acque cristalline.

Il turista può scegliere di stare sugli e godere della frescura marina sotto l’ardore del solleone, oppure scendere sugli arenili, che si incastonano in diversi punti della riva.

Risultati immagini per mare leuca

 

Bellissime immagini del mare di Santa Maria di Leuca in provincia di Lecce.

Nel tacco d’Italia del magico Salento troverete una splendida costa con un mare azzurro cristallino dove è possibile fare immersioni subacquee a Santa Maria di Leuca e fare delle gite in barca a Leuca con delle meraviglie tutte da scoprire.

Video del mare di Santa Maria di Leuca